Azienda

Chi siamo
L’azienda pubblica di servizi alla persona “Giuseppe Vegni” opera nel campo dell’assistenza residenziale socio-sanitaria e offre servizi e prestazioni ad anziani autosufficienti e non autosufficienti. La natura giuridica è pubblica ed è disciplinata dalla Legge Regione Toscana n. 43 del 03 agosto 2004. La Asp è in possesso di autorizzazione al funzionamento rilasciata dal Comune di Castel del Piano con nota prot. n. 5.264 del 25.05.2009 ed è struttura accreditata ai sensi della normativa regionale Toscana. La struttura ospita 60 anziani di cui 48 non autosufficienti e 12 autosufficienti. Il servizio per non autosufficienti R.S.A. (Residenza Sanitaria Assistenziale) è convenzionato con l’Azienda USL 9 di Grosseto per n.46 posti di cui 43 a carattere definitivo e 3 per inserimento a carattere temporaneo e di sollievo.

Breve storia
La casa di riposo “Giuseppe Vegni” trae le sue origini dal lascito del benemerito Comm. Giuseppe Vegni (deceduto a Firenze il 20 febbraio 1891 all’età di 77 anni), così come riportato nel testamento olografo. Queste le sue parole: “Gradirei che il retratto della mia eredità si erogasse nell’istituire una sala presso lo Spedale stesso atta a riunirvi gli ammalati convalescenti del luogo Pio, in quel maggior numero che le rendite della mia eredità lo permetteranno”. Il primo Statuto del Pio Ricovero «Vegni» risale agli ultimi anni del secolo XIX e fu approvato con Regio Decreto del 1899. La natura giuridica dell’istituzione era disciplinata dalla Legge del 17 luglio 1890 n.6.972 come I.P.A.B. (Istituzione di Pubblica Assistenza e Beneficenza). La trasformazione da Pio Ricovero «Vegni» in Casa di Riposo “Giuseppe Vegni” avvenne con deliberazione del Consiglio della Regione Toscana n. 574 del 4 novembre 1980. Con Decreto della Giunta Regionale Toscana n.224/2005 il primo di gennaio 2006 la IPAB “Giuseppe Vegni” si è trasformata in Azienda Pubblica di Servizi alla Persona “Giuseppe Vegni”.

La nostra mission (A.G. 01.02.01)
Gli scopi istituzionali della ASP Vegni, così come definiti dallo statuto aziendale, sono i seguenti:

  • offrire assistenza socio-sanitaria nei confronti di anziani e disabili, in modo da rispondere al modificarsi quantitativo e qualitativo dei bisogni di vita e di salute, e di favorire il mantenimento della massima autonomia psicologica e funzionale dell’assistito;
  • partecipare, secondo le competenze istituzionali, con i propri servizi e le proprie attività alla rete integrata di servizi ai cittadini rivolti agli anziani che abbiano come obbiettivo un’assistenza personalizzata e sempre più adeguata allo specifico bisogno del singolo soggetto e del contesto familiare;
  • attivare iniziative per valorizzare la risorsa sociale rappresentata dagli anziani, prevenire l’isolamento e la non autosufficienza, promuovere l’integrazione sociale, rimuovere il concetto di ineluttabilità della istituzionalizzazione;
  • perseguire l’attuazione di modelli coordinati di intervento, realizzando - in raccordo con altre A.S.P., associazioni, fondazioni e istituzioni locali - la gestione di residenze e tipologie di servizi diversi, condividendo metodologie di intervento e qualità delle prestazioni, ivi compresa la formazione del personale;
  • partecipare alla definizione e attuazione di iniziative e servizi innovativi e sperimentali, di protocolli operativi per l’erogazione di servizi assistenziali a favore degli anziani, in particolare per l’integrazione con i servizi sanitari erogati dall’Azienda, nel rispetto degli standard regionali, nonché di supporto e contributo metodologico per la realizzazione di un sistema di servizi di rete rivolto agli anziani, così come previsto dalla Legge n.328 del 08.11.2000.

Organizzazione
La ASP ha adottato uno Statuto e un Regolamento di Organizzazione con i quali ha regolamentato la propria struttura organizzativa che prevede i seguenti organi.

ORGANO DI INDIRIZZO
L’Azienda è amministrata da un Consiglio di Amministrazione (C.d.A.) composto da membri nominati dal Sindaco del Comune di Castel del Piano, ed ha la stessa durata dell’organo che lo nomina. Il C.d.A. svolge funzioni di indirizzo, programmazione e controllo, gestione tecnica, finanziaria e amministrativa e come tale adotta tutti i provvedimenti di organizzazione delle risorse umane e strumentali disponibili, compresi quelli che impegnano l’Azienda verso l’esterno. Il C.d.A. attualmente in carica è composto dai seguenti membri:

  • Presidente:Giovanni Spinetti
  • Consiglieri: Silvana Commari - Daniela Farmeschi - Gino Maccari (Segretario f.f.) – Gian Paolo Clementi.

Il Presidente è il legale rappresentante dell’Azienda e con la sua opera assicura la vigilanza sul buon andamento e l’unità di indirizzo dell’Amministrazione. Il Presidente riceve su appuntamento gli utenti interessati a un colloquio. Si può prenotare l’appuntamento telefonando al numero 0564 955051.

ORGANO DI CONTROLLO
Il Collegio dei Revisori, composto da un membro di nomina comunale, esercita la funzione di collaborazione con il Consiglio di Amministrazione e di controllo sulla regolarità contabile e finanziaria della gestione dell’Azienda, attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione, redigendo in sede di consuntivo, apposita relazione che accompagna la proposta di deliberazione e può formulare specifici rilievi e proposte, tendenti a migliorare le economicità, l’efficienza e l’efficacia della gestione nella fase di impostazione del bilancio di previsione. Il Collegio dei Revisori attualmente in carica è composto dal Dott. Enrico Bargagli.